Pagina Attività

ATTIVITA’

La pianificazione delle attività considera la persona in modo globale e tende a valorizzare le diverse dimensioni (psicomotoria, cognitiva, emotiva, affettiva, relazionale, sociale) e ad operare, avendo come obiettivo il benessere complessivo, su tre livelli:

  •  La relazione

L’attenzione alla persona si fonda sulla relazione tra operatore e utente.

Questo aspetto comporta, da parte degli operatori, la necessità di pensare, elaborare e verificare continuamente il proprio operato.

L’utente, attraverso la relazione con l’operatore può giungere a:

  • una migliore comprensione ed espressione di sé e dei propri bisogni
  • maggiore accettazione di sé nel riconoscimento dei propri limiti e capacità
  • crescita del grado di autostima e della capacità di operare delle scelte
  • una migliore comprensione dei diversi contesti e delle regole che li caratterizzano
  • rafforzare la propria identità e partecipare il più possibile alla vita della comunità e del territorio
  • Il mantenimento e lo sviluppo delle abilità potenziali

Questo aspetto del lavoro educativo è finalizzato al mantenimento ed al potenziamento delle autonomie individuali con particolare riferimento all’igiene personale, all’abbigliamento, all’immagine di sé, all’alimentazione, alla capacità di assumere autonomamente ruoli e compiti.

E’ finalizzato, inoltre, a rendere maggiormente accessibile all’utente l’ambiente circostante, incrementando il possesso di strumenti cognitivi e in generale il repertorio comportamentale, con particolare riferimento alle capacità cognitive possedute in ordine alla memoria, all’attenzione, alla scrittura, alla lettura e decodifica della lettura e alle azioni intraprese per il loro mantenimento e/o recupero.  La persona che possiede un ampio repertorio di abilità cognitive ha maggiori possibilità di interagire adeguatamente con l’ambiente circostante, sfruttando tutte le occasioni di apprendimento che tale ambiente offre.

  • L’integrazione sociale

Questo è il livello relativo alla relazione tra persona disabile e ambiente.

Da un lato si accompagna la persona in un percorso di appropriazione dei luoghi e contesti che il territorio offre, dall’altro si avvicina il cittadino al mondo della disabilità, con iniziative di sensibilizzazione culturale volte alla riduzione del pregiudizio e degli atteggiamenti di espulsione nei confronti del “diverso”.

L’equipe del Centro si incontra settimanalmente allo scopo di valutare la programmazione delle attività, i casi particolari, apportando eventuali aggiustamenti sugli obiettivi individuali o di gruppo e per tutto ciò che concerne la vita del Centro.

GIORNATA TIPO

FASCIA ORARIA ATTIVITA’
h 8.00 – 9.30 ACCOGLIENZA UTENTI
h 9.30 – 12.00 ATTIVITA’ DI GRUPPO E/O TERAPIA OCCUPAZIONALE SINGOLA
h 12.00 – 12.30 PREPARAZIONE AL PRANZO
h 12.30 – 13.30 CONSUMAZIONE PRANZO
h 13.30 – 15.30 IGIENE PERSONALE – RIPOSO POMERIDIANO – ATTIVITA’ DI STIMOLAZIONE INDIVIDUALE
h 15.30 – 16.30 ATTIVITA’ RICREATIVE

 

Attività periodicamente programmate

  • ATTIVITA’ DI STIMOLAZIONE

Le attività svolte, a cura degli operatori, riguardano interventi volti a consolidare, mantenere o recuperare competenze e abilità riferibili all’area cognitivo-comportamentale:

  • Attività di lettura, scrittura, comprensione
  • Attività di insegnamento di nozioni di cultura generale, logico-matematiche
  • Attività informatica
  • Laboratori tecnico-manipolativi di oggettistica e manipolazione di semplici materiali
  • Attività di allenamento relativamente alle capacità di mantenere ruoli attivi e consapevoli all’interno del gruppo
  • Attività ricreative ed espressive
  • ATTIVITA’ DI ATTUALITA’

Questa attività è dedicata all’approfondimento dei temi di attualità con l’obiettivo di analizzare, sotto diversi punti di vista, i fatti di principale interesse che si stanno verificando nel Mondo, cercando anche di ricostruire, insieme al gruppo, un “ponte” tra i ricordi fissati prima del trauma e la situazione attuale in modo da favorire la consapevolezza dei cambiamenti avvenuti.

L’attività è strutturata nel seguente modo:

  • selezione dei fatti di interesse (in costante aggiornamento)
  • selezione delle fonti che trattano il tema (quotidiani, filmati siti internet ecc.)
  • approfondimento del tema
  • gruppo: sondaggio di opinioni e riflessioni
  • approfondimenti di aspetti correlati al tema (geografia, storia, religione, cultura)
  • cineforum a tema
  • TERAPIA OCCUPAZIONALE

Questa attività, condotta a piccoli gruppi dall’educatore del Centro insieme agli OSS, ha come obiettivo la promozione delle autonomie individuali e la tutela dell’equilibrio sociale attraverso processi motori, sensoriali e cognitivi in modo da favorire il reinserimento e l’integrazione dell’utente nel proprio ambiente.

Nello specifico: apparecchiare/sparecchiare/fare lavatrice/stendere/piegare/report settimanale/ordinare la spesa/svuotare la lavastoviglie/riordinare/attività di role playing.

  • USCITE DI SOCIALIZZAZIONE (bar, centro commerciale, gite)
  • ATTIVITÀ DI CINEFORUM

Visione di film secondo temi precedentemente approfonditi con l’utilizzo di proiettore e schermo.

  • GRUPPI SULLE EMOZIONI

Attività condotta dall’educatrice del Centro.

In un contesto di gruppo gli utenti hanno la possibilità di affrontare alcuni argomenti, di esplorare i propri vissuti, di discutere e confrontarsi con altre persone che condividono la stessa realtà.

  • LABORATORI DI ARTE

Attività di gruppo condotta dall’educatore e dagli operatori

Il laboratorio di arte propone una serie di attività ludico creative trasformando in oggetto le emozioni, i pensieri e stimola l’immaginazione.

Per i laboratori vengono utilizzati diversi metodi e materiali.

  • ATTIVITA’ DI MOTRICITA’

Attività svolta da un operatore.

La psicomotricità si basa sulla strutturazione dello schema corporeo. Dopo il trauma la persona ha visto il proprio corpo cambiare e, non deve solo accettare la situazione, ma soprattutto confrontarsi con il suo nuovo aspetto e con le eventuali nuove possibilità.

  • ATTIVITA’ DI RILASSAMENTO

Attività condotta dall’educatore e dagli operatori

Attività in cui attraverso la lettura di testi e l’ascolto di musica gli utenti si rilassano, si prendono cura del proprio corpo dedicandosi ad attività di bellezza.

  • ATTIVITÀ DI BELLEZZA E MAKEUP

Attività volta alla riacquisizione della capacità di prendersi cura del proprio corpo e della propria bellezza (manicure, trucco e parrucco).

  • ATTIVITA’ MUSICALI

Serie di attività musicali di diversa tipologia: canto e karaoke, giochi musicali (sarabanda, cruciverba e crucipuzzle musicali a squadre, tombola musicale), gare canore (San Remo), ascolto musica di vario genere, suonare strumenti.

  • EQUIPE CONDIVISA

Attività bimensile che vede coinvolti tutti gli utenti e tutti gli operatori nell’analisi condivisa di problematiche riscontrate, strategie condivise, analisi nuove attività proposte.

  • ATTIVITA’ DI BIBLIOTECA

E’ stata realizzata in un edificio adiacente alla struttura una piccola biblioteca aperta a tutta la cittadinanza presso il palazzo dell’ex Municipio di Corcagnano, messa a disposizione dal Comune di Parma. A turno gli utenti, con la supervisione di operatori e volontari, sono impegnati nella catalogazione dei libri, nella gestione dei prestiti e dei resi, nel riordino della stanza e delle scaffalature. Quest’attività è molto gradita in quanto rappresenta una modalità di sentirsi utili e capaci, oltre che l’occasione per uscire dall’ambiente consueto del centro e sperimentare un contesto nuovo e professionale. 

  • ATTIVITA’ CON I VOLONTARI

Attività di vario tipo svolte con volontari e volontarie del quartiere nell’orario di apertura del Centro tra le quali: attività manuali, disegno e pittura, letture, giochi e passeggiate all’aria aperta.

  • ATTIVITA’ DI CUCINA

Attività svolta con la collaborazione di volontarie e rivolto alle utenti del Centro.

Questa attività prevede la preparazione di semplici alimenti; le utenti potranno tornare a svolgere quelle attività che erano comuni prima del trauma.  L’attività di cucina ha come obiettivo l’incremento del senso di efficacia personale e il potenziamento dell’autostima.

  • ATTIVITA’ GESTIONE ORTO

Attività stagionale svolta da operatori formati e volontari con la partecipazione di tutti gli utenti.

Luogo: area verde del Centro Diurno.

Materiali utilizzati: Vasche di legno di altezza adeguata alle persone in carrozzina, semi e piantine, piccoli utensili da giardinaggio. L’attività consiste nella gestione di un piccolo orto, ponendo l’attenzione sull’aspetto socio-educativo, che nasce dal prendersi cura di organismi viventi in ambiente sano e che aiuta la persona a vincere il senso di isolamento e a potenziare il senso di efficacia personale.

Attività a pagamento

  • LOGOPEDIA

E’ possibile usufruire di trattamenti logopedici concordandoli direttamente con la Logopedista di riferimento del Centro.

La logopedia è una branca della medicina che si occupa della cura, della riabilitazione e della prevenzione delle patologie della voce, del linguaggio scritto e orale e della comunicazione in età evolutiva, adulta e geriatrica.

Si occupa inoltre di tutti quei disturbi cognitivi che hanno a che fare con la comunicazione, come memoria e apprendimento.

  • FISIOTERAPIA

E’ possibile usufruire di trattamenti fisioterapici concordandoli direttamente con la Fisioterapista di riferimento del Centro.

La Fisioterapia è una branca della medicina che si occupa della mobilitazione passiva degli arti, deambulazione, postura, utilizzo dello standing, manipolazione con il fine di ridurre il dolore e la rigidità articolare. 

  • MUSICOTERAPIA

Attività svolta da un musicoterapeuta.

Questo approccio sfrutta il duplice effetto psicoterapico della musica sia nell’ambito fisiologico che psichico. La musica evoca sensazioni, stati d’animo, può fare scattare meccanismi inconsci e aiuta a rafforzare l’io. La musica è un mezzo di comunicazione anche laddove le parole divengono inaccessibili. Essa permette infatti di comunicare attraverso un codice alternativo rispetto a quello verbale, ed è molto importante considerando che uno degli esiti più frequenti del trauma cranico grave è la difficoltà di linguaggio.

Mensilmente il musicoterapeuta compila apposite schede di valutazione.

  • “BAILAMOS”

Percorso per persone con esigenze speciali che attraverso l’utilizzo di movimenti semplici, eseguiti su musiche di varia tipologia, aiuta a mantenere attive le funzionalità psico-motorie, anche se costretti su sedia a rotelle.

Attività di gruppo con la finalità di:

  • Trarre benefici psicologici
  • Favorire la socializzazione
  • Migliorare la qualità della vita delle persone affette da disabilità

All’interno della sala sono presenti due istruttori seduti su sedia a rotelle per entrare meglio in contatto con i partecipanti costretti da immobilità parziale, lavorano frontalmente in modo da monitorare meglio tutti i movimenti e le espressioni dei partecipanti; Insegnano la corretta dinamica dell’esercizio tramite segnali verbali (parlando chiaramente e in modo sintetico) oppure attraverso segnali visivi (gesti chiari e precisi).

  • PET THERAPY

Attività all’aperto svolta in primavera/estate con l’aiuto di cani addestrati in collaborazione con un professionista esterno.